logo ert fvg
logo ert fvg
banner stagione teatrale
PROSA
PROSA
Tina Modotti, gli occhi e le mani |Circuito Aperto|
breve viaggio per due voci e una chitarra

testo di Alberto Prelli
voce Nicoletta Oscuro
voce e chitarra Matteo Sgobino
disegno luci Angela Vanone

con il sostegno dell'Associazione Genia di Madrisio di Fagagna

Un flusso di parole e musica per scivolare tra le pieghe di una potente umanità. Lo spettacolo ripercorre le vicissitudini di Tina, dall’infanzia udinese fino alla morte in Messico, attraverso le emozioni e la fierezza, gli abbandoni e le incertezze, gli slanci febbrili e le delusioni di una vita vissuta senza sconti. Un viaggio intimo dove le parole, il canto e la musica, legata ai suoi luoghi e alle sue geografie, si fondono per ridisegnare un emotivo ritratto di donna. Una Tina Modotti inedita in un continuum narrativo e musicale delicato e struggente.
L’intero spettacolo, di cui è stato prodotto il Cd, è attraversato dalla musica, dalle villotte ai canti di filanda, dagli swing made in USA ai canti popolari latino-americani, utilizzando il canto a due voci e la chitarra. La musica inoltre accompagna il racconto creando tappeti sonori e suggestioni narrative.

 

Nota a cura del Maestro Alberto Moretti:
Controverso e il lavoro fotografico di Tina Modotti, partita da Udine il giugno 1913 alla volta dell’America e mai più rientrata in Patria, occupata a vivere di passioni sentimentali, artistiche e politiche irrefrenabili. Tina sostanzialmente segui ogni sua intima eccitazione senza indulgere a compromessi, che si trattasse d’ideali o di uomini da amare.
Il lavoro fotografico di Tina Modotti va letto pertanto in una chiave ampia ed esistenziale per essere valutato correttamente e poterne trarre insegnamenti.
Il fatto che parlando di Tina si visualizzi prima di tutto il suo viso o il suo corpo nudo ritratti dal grande Maestro statunitense Edward Weston e non una fotografia da lei fatta, ci dice che sostanzialmente la Fotografia di Tina e il suo corpo.
Quest’affermazione porta in sé – e non e frutto di coincidenza – anche lo sguardo che ella stessa ebbe verso il mondo: nelle sue fotografie si legge un’incontenibile corporeita, che si tratti di nature morte o di ritratti, che contengano visioni sociali e politiche o vibrazioni formali.

Lo spettacolo verrà trasmesso gratuitamente in streaming per la rassegna Circuito Aperto dell'Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia.

su Facebook: ERTFVG
su YouTube: ERTFVG
DATE
16 aprile 2021
21.00
Casarsa della Delizia
DATE
16 aprile 2021
21.00
Casarsa della Delizia
ENTE REGIONALE TEATRALE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - Via Marco Volpe 13, 33100 Udine
tel. +39 0432 224211 - fax: 0432.204882
mail info@ertfvg.it - Posta elettronica certificata: amministrazione.ertfvg@pec.it
P.IVA: 01007480302