logo ert fvg
logo ert fvg
banner stagione teatrale
PROSA
PROSA
Con sorte
di Giacomo Guarneri
con Oriana Martucci

produzione: La pentola nera

C’era una volta Il Mondo del Balocco: «gioielleria ma anche giocattoleria», pochi metri quadri dove Rita e Rocco esprimevano tutto il loro potenziale di bellezza, una stanza delle meraviglie piena di manufatti e rarità che Rocco scopriva e acquistava girando il mondo, coinvolgendo Rita nei viaggi e nell’entusiasmo. L’attività funziona, e comincia a «fare appetito». Rita conosce allora la paura. Le si presenta nei panni di un gruppo di ragazzini. Iuvitelli, li chiama lei. «Entravano, e chiedevano il caffè». Da lì è un susseguirsi di agguati e intimidazioni. Il negozio è preso di mira. I proprietari ricevono la richiesta di un «nulla osta». Rocco si oppone, denuncia. Rita ci prova a «ricondurlo alla ragione», lui però è inflessibile.

Più forte dell’amore, nella coppia esplode il conflitto. Le distanze si fanno marcate, e le strade si dividono. Rita è esasperata, sempre di più. Lei che vorrebbe solo vivere – «vivere, vivere, vivere, e basta» – si risolve infine a «fare da sé»…

Oggi Rita è una vecchia signora ricoverata chissà dove, potrebbe essere una clinica o un ospedale. Parla a un fantomatico «dottore», accorso in bagno dopo che Rita ha tirato un pugno all’infermiera. «Cosa è successo?», chiede l’uomo: proprio la domanda che agita Rita da anni. «Già. Cosa è successo, dottore? Io è una vita che ci penso ma…»

 

Con sorte è una parola scissa, che diventano due. Da una parte la complicità, l’unione; dall’altra un destino che fa rima con morte.

 

Con sorte è il primo esito di un percorso sperimentale, che attraverso laboratori e residenze con attori professionisti e non indaga il tema della mafiosità come cultura. Durante i laboratori gli attori vengono coinvolti a partire dal tema. Gli stimoli provenienti dalla loro immaginario, rielaborati, servono a costruire personaggi e contesti, azioni ed episodi. Dal gioco del teatro e della scrittura nasce un linguaggio tanto favolistico, irriverente e paradossale quanto concentrato sulla realtà dei costumi e dei contesti dell’Italia di oggi.

Lo spettacolo è stato presentato in anteprima nazionale all’interno del Torino Fringe Festival 2019.

DATE
6 marzo 2020
20.45
Codroipo
7 marzo 2020
20.45
San Vito al Tagliamento
DATE
6 marzo 2020
20.45
Codroipo
7 marzo 2020
20.45
San Vito al Tagliamento
ENTE REGIONALE TEATRALE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - Via Marco Volpe 13, 33100 Udine
tel. +39 0432 224211 - fax: 0432.204882
mail info@ertfvg.it - Posta elettronica certificata: amministrazione.ertfvg@pec.it
P.IVA: 01007480302